Fantasia 2000

Edizione Standard

Classico n. 38
Titolo Originale: Fantasia 2000
Genere: Classico d'Animazione
Casa di Produzione: Walt Disney Home Entertainment
Anno di Produzione: 2000
Regia: Pixote Hunt, Hendel Butoy, Eric Goldberg,
James Algar, Francis Glebas, Gaëtan Brizzi, Paul Brizzi
Durata: 71 Minuti
Data di uscita del DVD: 05 Dicembre 2000
Casa di Distribuzione: Buena Vista Home Entertainment
Codice DVD: Z3 DV 0005
Confezione: Amaray
N. Dischi: 1

Titolo FUORI CATALOGO


Film    Video    Audio    Extra    Errori e Note    Voto Finale    Easter Eggs    Altre Ediz.



Il Film

Retro di copertina: "Sessant'anni dopo Fantasia, il sogno di Walt Disney diventa realtá. Grazie ad una nuova generazione di animatori, la straordinaria sinfonia di musica, colore e immagine rivive in Fantasia 2000, un nuovo capolavoro che unisce le musiche dei piú grandi maestri ad un'animazione al di lá di ogni immaginazione.

In sette episodi completamente nuovi, un'animazione brillante fa da sfondo alle musiche di Beethoven, Shostakovich, Respighi, Gershwin, Dukas, Saint-Saëns, Elgar e Stravinsky. Sullo schermo scorrono immagini straordinarie: dal balletto dei fenicotteri rosa, alle balene volanti, dalla frenetica vita di una moderna cittá, al grande ritorno di Topolino in "L'Apprendista Stregone".

Fantasia 2000 è il 38º Classico Disney: una sinfonia di immagini in un grande capolavoro animato che unirá nell'entusiasmo spettatori di tutte le etá."

Il primo segmento ("Sinfonia No. 5" di Ludwig van Beethoven) ci presenta una realtá quasi del tutto astratta fatta di immagini stilizzate e sfondi neutrali, in cui assistiamo a un cruento scontro tra il bene e il male, rappresentati da farfalle e pipistrelli.

Il secondo segmento ("Pini di Roma" di Ottorino Respighi) si apre in una notte antartica, con tanto di aurora boreale, in cui le balene escono dall'acqua e prendono il volo! Ma il piccolo di una coppia di balene resta intrappolato all'interno di un iceberg, dove la luce magica non puó arrivare e non gli permette di volare. Attraverso un'apertura in cima ai ghiacci peró il piccolo riuscirá nuovamente a volare e a raggiungere i suoi genitori e l'intero gruppo di balene volanti. Un segmento spettacolare ottimamente realizzato in digitale.

Il terzo segmento ("Rapsodia in Blu" di George Gershwin) rappresenta una realtá metropolitana. Siamo a New York e ci vengono presentati tanti personaggi, tutti infelici della loro condizione sociale: un operaio di colore che ambisce a diventare jazzista, un disoccupato che non chiede altro che un posto di lavoro, una bambina separata dai genitori e costretta alle piú noiose occupazioni e un marito succube della moglie che spera nella libertá. Alla fine ogni personaggio sará accontentato e il quadro cittadino si chiuderá cosí come si è aperto ai nostri occhi. Un'animazione semplice e una musica dai toni allegri per uno dei migliori segmenti dell'intera opera.

Il quarto segmento ("Concerto per Pianoforte No. 2, Allegro, Opera 102" di Dmitri Shostakovich) racconta la storia del soldatino di stagno senza una gamba che si innamora di una ballerina, ma che deve battersi contro il malvagio Jack Nella Scatola per averla. Il nemico riuscirá a liberarsi di lui facendolo arrivare nelle fognature e poi al mare. Ma il fortunato soldatino sará ripescato e ricondotto a casa e riuscirá a distruggere il suo rivale e a conquistare la ballerina. Anche questo segmento è quasi totalmente realizzato al computer.

Il quinto segmento ("Il Carnevale degli Animali, Finale" di Camille Saint-Saëns) è la divertente danza di un fenicottero rosa che esce dalla fila e non balla con gli altri, preferendo divertirsi con uno yo-yo. Gli altri fenicotteri si arrabbiano e cercano di farlo danzare all'unisono con loro, ma lui riuscirá a far cadere tutti e a fare di testa sua. Il segmento è stato realizzato interamente a mano.

Il sesto segmento ("L'Apprendista Stregone" di Paul Dukas) è l'indimenticabile episodio di Topolino apprendista stregone ed è tratto interamente da "Fantasia", senza alcuna modifica. E' la spiacevole avventura di Topolino che cerca di usare la magia di nascosto dallo stregone e combina un disastro allagando l'intero castello. Alla fine verrá punito per la sua disubbidienza con un sonoro colpo di scopa nel sedere!

Il settimo segmento ("Pomp and Circumstance - Marce 1, 2, 3 e 4" di Sir Edward Elgar) è una rappresentazione animata dell'episodio dell'Arca di Noé, con protagonista Paperino che ha il compito di far entrare tutti gli animali nell'arca prima del Diluvio Universale. Durante il caos prima della tempesta peró Paperino perde di vista la sua amata Paperina, cosí entra nell'arca convinto di averla perduta, ma c'è un equivoco infatti anche a lei succede lo stesso. Entrambi sono disperati per la perdita del compagno e solo usciti dall'arca si rendono conto di essere stati al sicuro tutti e due. Un segmento divertente e dolce allo stesso tempo.

L'ottavo segmento ("Suite l'Uccello di Fuoco - Versione del 1919" di Igor Stravinsky) è l'ultimo del lungometraggio e rappresenta uno spettacolare scontro tra Madre Natura e l'Uccello di Fuoco. Lo spirito della natura risveglia la foresta addormentata nell'inverno, ma anche il vulcano si sveglia e la lava, che prende la forma di un grande e minaccioso uccello infuocato, brucia ogni cosa. Madre Natura sará risvegliata dall'alito caldo di un cervo che l'aiuterá a far rinascere la foresta e a ridarle nuova vita. E' un segmento splendido, magnificamente realizzato in digitale e chiude assolutamente in bellezza questa grande opera.

Voto artistico al film: 9



Caratteristiche Video

La resa video è uno degli aspetti piú importanti in un'opera come Fantasia 2000, e grazie al supporto digitale la qualitá delle immagini è a dir poco spettacolare. Abbiamo a che fare con una pellicola molto recente, quindi la qualitá video nel DVD è assicurata e le immagini nitide, i colori brillanti e gli sfondi puliti ne sono la prova.

Formato Video: 1.85:1*.

* Il sesto segmento (ovvero "L'Apprendista Stregone", tratto da Fantasia del 1940) è l'unico del lungometraggio presentato in 1.33:1, il suo formato originale, ed è stato restaurato appositamente per essere reinserito in Fantasia 2000.



Caratteristiche Audio

Ancora piú del video, un film del genere ha essenziale bisogno di un buon audio. Ma in questo caso non c'è da preoccuparsi: ripetendo quanto detto per la qualitá video, anche l'audio è garantito vista la giovane etá della pellicola e la buona trasposizione in DVD. Le musiche escono dagli altoparlanti con forza e chiarezza sorprendenti.

Lingue in Dolby Digital 5.1: Italiano, Inglese
Sottotitoli: Inglese



Contenuti Extra


Introduzione al DVD di Roy Disney (sottotitolato - 03:30)
Cortometraggio "Ta-tá, Ti-ti, Zin-zin, Bum" (10:20)



Errori e Note

Il DVD non presenta alcun tipo di errore e non vi sono annotazioni particolari da sottolineare.

Doppiaggio presente nel DVD: 2000 (unico doppiaggio)



In Definitiva...

Abbiamo a che fare con un ottimo DVD dal punto di vista tecnico. Delude molto tuttavia la quasi totale mancanza di contenuti extra, considerando inoltre che all'estero è stato messo in commercio uno splendido cofanetto contente Fantasia e Fantasia 2000 insieme con un terzo disco traboccante di interessanti contenuti speciali, e che purtroppo per il momento (o forse definitivamente) non è previsto nel mercato italiano.

Voto complessivo: 8



Easter Eggs

Non sono presenti Easter Eggs in questo DVD.



Altre Edizioni Disponibili

Non esistono altre edizioni di questo titolo in DVD. Una futura nuova edizione di questo Classico è prevista non prima del 2008.

E' tuttavia disponibile (anche in negozi italiani) il cofanetto inglese The Fantasia DVD Collection (stampato in Regno Unito, quindi con codifica Region 2 compatibile con i nostri lettori DVD). Questa bellissima confezione contiene entrambi i DVD di Fantasia e Fantasia 2000, ed in piú un terzo disco denominato "Fantasia Legacy" esclusivamente di contenuti speciali. Puó essere plausibile l'idea di acquistare questo cofanetto in quanto Fantasia e Fantasia 2000 sono lungometraggi basati essenzialmente sulle immagini e la colonna sonora; i dialoghi sono riservati esclusivamente alle introduzioni ai singoli segmenti, e quindi non influenzano piú di tanto l'andamento e la comprensione del film nella sua totalitá.